Unapol: “A TuttoFood una nuova consapevolezza sugli oli di qualità”

Il presidente Tommaso Loiodice: "Importante il ruolo degli chef"
Unapol
Views: 498

A conclusione di una effervescente edizione di TuttoFood, la Fiera internazionale dell’agroalimentare quest’anno dedicata alla sostenibilità, Unapol – Unione Nazionale Associazioni Produttori Olivicoli, attraverso le parole del suo presidente Tommaso Loiodice (nella foto), vuole esprimere “profonda gratitudine agli organizzatori per un evento riuscitissimo che ha visto una importante partecipazione di pubblico. Casa Unapol – ha aggiunto – è stata in questi giorni punto di riferimento per tutti coloro che desideravano approfondire le proprie conoscenze sul variegato mondo dell’olio extravergine d’oliva. Da noi hanno avuto l’opportunità di conoscere e degustare le migliori selezioni di monovarietali Dop e Igp”.
Tanti i momenti di incontro con i tecnici, i produttori e tutti i protagonisti della filiera. Per Loiodice “è un orgoglio poter fare da ambasciatori di un prodotto che racchiude così tanti valori e la storia di intere regioni. L’olio è un prodotto vivo che ha voce propria e si racconta attraverso gusto, profumo, intensità. E come abbiamo visto in questi giorni, sono gli chef i veri interpreti di questa lingua, coloro che più di tutti sono in grado di esaltare ed abbinare i vari oli ad ogni ingrediente. Ogni olio ha le sue caratteristiche spiccate, possiede doti che lo rendono più o meno adatto a una determinata materia prima. Ecco perché è importante saperli distinguere e riconoscere, noi ne siamo convinti, l’olio Evo non è solo un condimento”.
In Casa Unapol quest’anno i visitatori hanno avuto l’occasione di confrontarsi con la più vasta proposta italiana di monovarietali, Dop e Igp, ascoltando le parole di produttori e OP per comprendere meglio l’universo contenuto in ogni singola bottiglia. “L’intento – spiega Loiodice – è offrire ai consumatori la possibilità di scegliere tra tante diverse opzioni, sapori diversi intrisi di storie e tradizioni. La nostra missione è proprio quella di raccontare il territorio nel quale nasce una cultivar; ci piacerebbe che il consumatore, assaporando un determinato olio, riuscisse a percepire i profumi e i colori della terra nella quale è stato prodotto. E in questi giorni di TuttoFood, ne siamo certi, tanta gente è tornata a casa con una nuova consapevolezza”.

Tags: in evidenza, Tuttofood, Unapol

Potrebbe piacerti anche

Ammodernamento frantoi: già definiti in Puglia criteri e modalità
Olio di oliva, le quotazioni settimanali: 12 maggio 2023

Author

Potresti leggere