La tipologia di impianto non incide sulle specificità chimiche dell’olio

La caratterizzazione su extravergini ottenuti da 11 diverse varietà
Tecnica e Ricerca
Views: 907

Nell’ambito del progetto Innovaolio finalizzato alla sperimentazione sulla introduzione di sistemi intensivi olivicoli con varietà specifiche in Abruzzo, è stata effettuata la caratterizzazione chimica di 38 oli vergini di oliva ottenuti da 11 varietà, tradizionali (Dritta, Leccino, Pendolino, Peranzana) e nuove per l’Abruzzo (Arbequina, Arbosana, Koroneiki, Lecciana, Frantene, Fs17, Oliana), allevate nella provincia di Chieti e Pescara con sesti d’impianto intensivi / superintensivi e con sistemi tradizionali come benchmark. Le campionature (prevalentemente monovarietali, a latere di poche miscele in funzione dell’annata) sono state effettuate nelle campagne 2019-2020-2021, con tecnologia di estrazione continua (3 fasi in prevalenza).
Le analisi effettuate secondo i metodi ufficiali hanno riguardato i parametri convenzionali di qualità – acidità, perossidi ed indici UV spettrofotometrici, composizione in acidi grassi – e parametri qualitativi/salutistici ovvero frazione fenolica (polifenoli totali e singoli mediante HPLC) e tocoferoli.
Inoltre, la campionatura è stata valutata con la metodologia del Panel test secondo la normativa: tutte le produzioni sono state classificate EVOO al Panel test.
I risultati preliminari, in funzione delle principali variabili studiate, ovvero varietà e sistema di allevamento alternativi alla tradizione olivicola-elaiotecnica abruzzese non hanno evidenziato differenze significative per quanto riguarda acidità libera, perossidi, analisi UV, mentre la composizione acidica, la frazione fenolica e quella dei tocoferoli sembrano essere correlate maggiormente alla varietà ed in misura minore al tipo di olivicoltura.

(Alessandro Chiaudani, Sara Gaggiotti, Federica Flamminii, Angelo Cichelli – Università Chieti-Pescara. V Convegno Nazionale dell’Olivo e dell’Olio – Alghero)

Tags: alghero, impianti, in evidenza, innovaolio

Potrebbe piacerti anche

Ammodernamento frantoi, appuntamento in Toscana
La preparazione delle miscele fitosanitarie e fertilizzanti

Author

Potresti leggere