Tommaso Loiodice riconfermato alla presidenza di Unapol

"Bene la sostenibilità ambientale, ma attenzione anche a quella economica delle aziende"
Unapol
Views: 444

Si chiude con deliberazione unanime la votazione per il nuovo Cda Unapol – Unione Nazionale Associazioni Produttori Olivicoli, che ha riconfermato Tommaso Loiodice (nella foto) alla presidenza in un’ottica di continuità e piena fiducia nel suo operato.
“Ringrazio i soci che hanno inteso rinnovare la fiducia nella mia persona confermandomi alla presidenza di una organizzazione importante come Unapol – ha detto Loiodice dopo la votazione – e ringrazio l’intero Consiglio di amministrazione che con me l’ha guidata in questi anni, facendola tornare ad essere una Unione Nazionale di riferimento per tante aziende, confermandoci riferimento credibile delle istituzioni e dei tanti attori della filiera olivicola”.
Tra le figure alle quali Loiodice desidera esprimere un ringraziamento particolare, c’è Bruno Armillas “che è sempre stato al nostro fianco e che da ormai 10 anni ci accompagna in questo percorso faticoso e non semplice. Se da un lato la riconferma è il riconoscimento da parte dei soci di un lavoro svolto sempre nel rispetto della mission e del perseguimento dei nostri valori, l’innesto di nuove personalità esperte come Marco Viola presidente di O.P. Assoprol Confagricoltura Umbria, vanno a rafforzare un Cda che dovrà affrontare sfide importanti volte alla valorizzazione dell’olio extravergine d’oliva”.
L’olio extravergine d’oliva è il risultato di notevoli sacrifici, di duro lavoro e perseveranza. “Ecco perché – ha aggiunto Loiodice – il nostro impegno sarà sempre più diretto a garantirne un giusto riconoscimento economico e che gli venga restituita la giusta dignità commerciale. Questo è l’impegno che noi di Unapol assumiamo con questo nuovo mandato, rinnovando il nostro affiancamento alle Aziende e all’intero comparto per offrire supporto alle esigenze di una olivicoltura innovativa, al passo coi tempi e rispettosa della sostenibilità”.
E proprio riguardo al tema della sostenibilità, Loiodice fa sapere che “gli olivicoltori sono di per sé operatori della biodiversità, nel loro dna c’è l’amore e il rispetto per l’ambiente. Noi vorremmo che alla sostenibilità applicata alla cura dei territori, fosse accostata anche una sostenibilità economica per le aziende. Questo nuovo mandato avrà come impulso quello di proseguire in un’ottica di continuità nella valorizzazione delle cultivar, delle Dop e Igp, perché questo significa dar voce ai territori e valorizzare il paese Italia che si regge sulla ricchezza della biodiversità naturale e culturale. Crediamo fortemente che questo possa e debba essere l’elemento distintivo rispetto alle altre olivicolture europee ed extraeuropee, e che questa sia la linea vincente con la quale l’Evo italiano potrà trovare nuovi impulsi al fine di essere riconosciuto e collocato sul mercato nel rispetto del suo vero e reale valore”.
Questa la composizione del nuovo cda UNAPOL:
Loiodice Tommaso (O.P. Apol Bari) Presidente
Ingrosso Santo (O.P. Ateprol Lecce) Vice Presidente
Vitale Annalisa (O.P. Olioliva Palermo) Consigliere
Mariani Paolo (O.P. Confoliva Livorno) Consigliere
Celano Tommaso (O.P. Pro.Bio Cosenza) Consigliere
Pacifico Giuseppe (O.P. Apoat Avellino) Consigliere
Viola Marco (O.P. Assoprol Perugia) Consigliere

Tags: in evidenza, Loiodice, Unapol

Potrebbe piacerti anche

Olio di oliva, le quotazioni settimanali: 26 maggio 2023
Una certificazione nazionale di qualità per l’olio di oliva

Author

Potresti leggere