Costituita l’Unifol, Unione italiana delle famiglie olearie

Ne fanno parte i principali nomi del settore
Enti e Associazioni
Views: 1K

I Monini di Spoleto, i Farchioni di Gualdo Cattaneo (Pg), le famiglie Masturzo della Basilicata, Vacca, Desantis e Pantaleo della Puglia, Forte del Lazio, Conti e Quaglia della Campania, Manca della Sardegna.
Sono loro, tutte imprese di rilievo del panorama oleario italiano, ad aver costituito l’Unione italiana delle famiglie olearie (Unifol).
La nuova organizzazione nazionale, come ricorda Olio Officina, “nasce da una scissione all’interno di Federolio”. Nella nota di presentazione Unifol dichiara che è “aperta agli operatori del settore che intendono contribuire alla valorizzazione dell’olio extra vergine italiano, tutelare e proteggere la reputazione di affidabilità e serietà della filiera olivicolo-olearia nostrana e promuovere un cambio di passo basato sui valori imprescindibili della qualità del prodotto e la sua difesa”. I fondatori di Unifol approvano l’incondizionata attenzione all’alta qualità e trasparenza, un codice etico rigoroso, il pieno sostegno al panel test e la cooperazione con il mondo scientifico.
“Unifol – si legge ancora nella nota – nasce all’insegna di una cultura moderna di mercato, dove il coordinamento di filiera e la collaborazione con le organizzazioni di produttori e le associazioni di categoria è inteso come un asset strategico volto al consolidamento della fiducia dei consumatori e dell’immagine di eccellenza dell’olio extra vergine italiano nel mondo”.
Gli obiettivi primari dell’associazione saranno il rigido rispetto dei propri standard di qualità e rintracciabilità monitorati attraverso un osservatorio interno e l’ampliamento del proprio network di stakeholder per garantire le migliori condizioni di conservazione della qualità degli extra vergini dal campo alla tavola dei consumatori, con programmi di formazione e qualificazione sia di fornitori che distributori. La necessità di un’associazione agile, dinamica e orientata a fornire servizi d’avanguardia per sostenere la crescita delle proprie aziende e la promozione dell’olio extra vergine di oliva di qualità è l’elemento che ha convinto questo primo nucleo di famiglie olearie italiane a dare vita ad un nuovo progetto di valorizzazione ed affermazione del prodotto italiano, un nucleo fondatore pronto ad accogliere nuovi operatori della filiera disposti a condividere questa visione e il percorso futuro.

Tags:

Potrebbe piacerti anche

Week-end internazionale per l’Evo di Italia Olivicola
Prende il via domani a Roma la Settimana dell’Extravergine

Author

Potresti leggere