David Granieri riconfermato alla presidenza di Unaprol

"Un nuovo piano olivicolo nazionale per rafforzare la filiera"
Enti e Associazioni
Views: 339

David Granieri è stato riconfermato alla guida di Unaprol, il consorzio della produzione olivicola italiana facente capo a Coldiretti di cui lo stesso Granieri è vicepresidente nazionale. L’assemblea dei soci, che ha approvato il bilancio della società, ha rinnovato inoltre l’intero consiglio di amministrazione che resterà in carica fino al 2026.
Nel ringraziare i soci per la rinnovata fiducia, Granieri, 44 anni, gli ultimi 9 dei quali passati al timone di Unaprol, ha indicato i nuovi obiettivi su cui puntare: “Abbiamo diverse sfide in questi anni per il rilancio dell’olivicoltura italiana attraverso azioni in Italia e in Europa a tutela della qualità del prodotto, del lavoro degli agricoltori e a garanzia dei consumatori. A iniziare, ad esempio, dalla proposta di restringere i parametri chimici della categoria dell’olio extravergine e dal contrasto a ogni azione che miri a delegittimare il valore probatorio del panel test”.

Sul fronte italiano Granieri ha aggiunto: “Dobbiamo sensibilizzare la politica a credere davvero in questo settore attraverso un nuovo piano olivicolo nazionale che rafforzi le filiere produttive virtuose attraverso nuovi impianti, l’ammodernamento di quelli esistenti per cui sono già state stanziate le prime risorse. Abbiamo il dovere di farci trovare pronti anche per affrontare le sfide del cambiamento climatico che quest’anno, ad esempio, in base alle prime stime, potrebbero dimezzare le produzioni in Spagna”.

Una riflessione, il presidente Unaprol l’ha dedicata anche alla lotta alla Xylella rispetto alla quale “fondamentale sarà proseguire nelle azioni su Ministero e Regione Puglia per velocizzare l’iter di spesa dei 300 milioni già stanziati per il piano straordinario di rigenerazione olivicola pugliesea e per stanziare ulteriori risorse. In tal senso, la liberalizzazione del brevetto della cultivar FS-17 Favolosa, che con il leccino è l’unica resistente alla malattia, e il sostegno alla ricerca di nuove cultivar resistenti potrebbero favorire la rinascita dell’olivicoltura salentina”.

Tags: Granieri, Unaprol

Potrebbe piacerti anche

Bando ISI Inail, sono due le linee di intervento per i frantoiani
Con lo stop al sottocosto, cresce l’extravergine italiano

Author

Potresti leggere