Unapol rilancia l’Evo italiano al Sial Pizza Expo di Las Vegas

Tommaso Loiodice: "Quello americano è un mercato di grandi potenzialità"
Unapol
Views: 532

“C’è una forte attenzione commerciale nei confronti dell’olio extravergine di oliva italiano che va al di là delle canoniche aspettative. Il lavoro di educazione dei potenziali consumatori è ancora all’inizio, ma l’attrazione verso un prodotto di alta qualità e la volontà di comprenderne le peculiarità principali è certamente un segnale incoraggiante. Ci suggerisce che il mercato americano è pronto ad investire”.
Questo il bilancio di Tommaso Loiodice (nella foto)presidente Unapol, a conclusione del Sial Pizza Expo di Las Vegas, uno dei più importanti appuntamenti d’oltreoceano dedicati al food.
La presenza di Unapol, tra le realtà del vasto settore enogastronomico italiano presenti, era proprio orientata a toccare con mano le abitudini alimentari della popolazione americana e comprendere come meglio essere presenti in maniera incisiva su questo mercato. “È evidente – ha aggiunto Loiodice – che, viste le dimensioni geografiche degli Stati Uniti d’America e i milioni di potenziali consumatori dell’extravergine di oliva, le potenzialità del nostro Evo italiano siano notevoli, anche perché positiva è la percezione che gli americani hanno del food Made in Italy”.
Vi è però un aspetto da tener conto nella comunicazione, ha registrato il presidente di Unapol confrontandosi con  buyer e operatori di settore. “Se da un  lato vi è un elevato interesse per l’olio extravergine italiano – ha infatti evidenziato  – occorre però avviare una efficace comunicazione correttiva rispetto alle innumerevoli notizie sui serrati controlli antifrode effettuati nel nostro paese, perché quello che viene percepito non è sinonimo di controlli scrupolosi e meticolosi, che darebbero maggior garanzia di genuinità e bontà del prodotto, ma di controlli necessari a contrastare un elevato numero di frodi legate ai prodotti italiani. L’effetto è quello di una perdita di fiducia nei confronti delle nostre incolpevoli aziende, meritevoli invece di far conoscere le proprie eccellenze in America e nel resto del mondo”.
L’auspicio del presidente Unapol è anche quello di futuri accordi diplomatici e commerciali con gli Stati Uniti, per arginare il proliferare di imitazioni dei nostri prodotti e valorizzare al meglio il Made in Italy.

Tags: Pizza, Unapol, Usa

Potrebbe piacerti anche

Olio di oliva, le quotazioni settimanali: 31 marzo 2023
Xylella: Emiliano all’angolo, a gran voce un commissario

Author

Potresti leggere