EIMA 2024: il mega-show della meccanica agricola

i numeri e le novità della rassegna, a Bologna da 6 al 10 novembre
Enti e Associazioni
Views: 603

Marcia a passo di record la 46^ edizione di EIMA International, l’esposizione dedicata alle macchine, attrezzature e componentistica per l’agricoltura e la cura del verde, che si svolgerà alla Fiera di Bologna dal 6 al 10 novembre prossimi. La macchina organizzativa di FederUnacoma, la federazione dei costruttori italiani che realizza la rassegna, registra già oggi un interesse e un numero di adesioni molto elevato e prevede un’edizione da record.

Nella conferenza stampa in streaming internazionale, che è stata trasmessa  dalla Fiera di Bologna, il Direttore Generale di FederUnacoma Simona Rapastella ha fornito i primi dati sulle partecipazioni, anticipando le iniziative e gli eventi che caratterizzeranno la prossima EIMA. “Attualmente sono 1.330 le industrie costruttrici che hanno formalizzato la domanda, con una richiesta di superficie che già copre gran parte del quartiere fieristico bolognese – ha detto Simona Rapastella – ed è probabile che in breve tempo si raggiunga una presenza di espositori tra le più elevate nella storia della rassegna, a copertura di ogni tipologia di prodotto, per offrire soluzioni altamente tecnologiche ad una platea di visitatori che nella scorsa edizione (2022) ha quasi raggiunto le 330 mila unità”.

Confermata la rigorosa ripartizione in 14 settori merceologici, cinque dei quali organizzati in forma di saloni tematici, dedicati rispettivamente alla Componentistica (EIMA Componenti), al giardinaggio (EIMA Green), alle bioenergie (EIMA Energy), all’irrigazione (EIMA Idrotech) e alle tecnologie robotiche e digitali (EIMA Digital). Ma lo spettacolo dell’EIMA andrà in scena anche con la Mostra delle Novità Tecniche premiate, e con le aree dinamiche collocate all’aperto, sempre nel perimetro del quartiere fieristico.

Da questa edizione ci sarà l’area REAL (Robotics and electronics for agricolture live) che vedrà le più avanzate tecnologie robotizzate con un calendario di prove giornaliere, mentre sono confermate l’arena per la sfilata dei trattori finalisti del Tractor of the Year, l’area dimostrativa delle filiere bioenergetiche realizzata in collaborazione con ITABIA, e quella di Garden E-Motion, dedicata alle macchine per il giardinaggio e la cura del verde. “Per lanciare EIMA 2024 abbiamo già previsto conferenze stampa in Gran Bretagna, Qatar, Turchia, Grecia, Marocco, Brasile, Serbia, Algeria, India, Canada, USA, Tanzania, Uganda, Kenya, Argentina, Giappone e altri Paesi – ha spiegato Rapastella – a conferma del respiro internazionale che caratterizza questa rassegna, che nella scorsa edizione ha contato 480 case costruttrici estere e oltre 57 mila visitatori stranieri provenienti da 150 Paesi. EIMA International riserva un’intera struttura del quartiere fieristico agli operatori economici esteri, selezionati dall’Agenzia ICE per svolgere i moltissimi incontri business-to-business in programma”. A buon punto anche il calendario di convegni, workshop e conferenze che si svolgeranno nei cinque giorni della rassegna e che sono promossi da istituzioni, organizzazioni di categoria e case editrici.

Tra gli eventi organizzati da FederUnacoma si segnalano: il Forum su “Agricoltura sostenibile, un progetto globale”, nel quale sarà possibile avere un report sulle esperienze europee in tema di transizione ecologica e sui programmi di sviluppo eco-compatibile nelle principali regioni del mondo; il convegno sul tema “Aree marginali e territori estremi: l’agricoltura ‘di frontiera’”, il seminario su “Gestione di sistemi digitali, big data e flotte robotizzate: nuovi profili professionali e nuovi percorsi formativi”.

Altri eventi di rilievo promossi dalla Federazione sono il workshop su “La risorsa bio-energetica: mercato e prospettive delle biomasse e delle fonti rinnovabili nel settore dei combustibili”, il convegno su “Economie emergenti: modelli di sviluppo agricolo per il continente africano”, e infine l’incontro sul tema “Consumi alimentari: la domanda di prodotti freschi, le filiere meccanizzate”, volto a interpretare le nuove diete e i nuovi stili di consumo, con particolare riferimento ai prodotti ortofrutticoli. Tra le novità di questa edizione anche il contest EIMA Social Award riservato alla promozione social dell’evento da parte degli espositori.

“Abbiamo più volte ribadito quanto EIMA International sia il prodotto di un sistema corale, efficiente, appassionato – ha concluso il Direttore Generale di FederUnacoma – una realtà fieristica forte di una solida tradizione e insieme capace di una potente spinta verso il nuovo; un’esposizione preziosa per le attività di business, ma entusiasmante anche dal punto di vista culturale e umano”.

Sfoglia gratuitamente l’Olivo News cliccando qui

Tags: Eima, in evidenza

Potrebbe piacerti anche

L’olivicoltura del futuro: i trattamenti con il drone
Olio di oliva, le quotazioni settimanali: 19 gennaio 2024

Author

Potresti leggere