Ravioli al brasato e lambrusco con olio Collline di Romagna

Le ricette di Roberta
Views: 142

Eccoci al nuovo appuntamento domenicale con la rubrica, “La Cucina di Roberta” . La nostra Roberta Ruggeri, assaggiatrice ufficiale di oli ed esperta di cucina (nella foto), oggi ci presenta un gustoso primo piatto che profuma di Emilia, con alcuni dei tipici ingredienti che sanno esprimere appieno i sapori di questa terra ed ovviamente con la presenza di uno dei suoi extravergini più apprezzati.

 

Difficoltà: media
Preparazione: 20 min + tempo riposo impasto + tempo preparazione brasato
Cottura: 3/4 min + cottura brasato
Costo: medio/alto

INGREDIENTI:
Per i ravioli

  • 400 g farina 00
  • 4 uova
  • sale q.b

Per la farcia

  • 400 g di brasato
    (vedi ingredienti di seguito)*
  • 3 cucchiai di Parmigiano Reggiano grattugiato

Per il brasato

  • 1 kg di carne di manzo
  • 2 bicchieri di Lambrusco dell’Emilia IGP
  • 1 cipolla
  • 1 carota
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 gambo di sedano con le sue foglie
  • erbe aromatiche: 2 foglie di alloro, un rametto di rosmarino, 3/4 bacche ginepro
  • spezie: un pizzico di noce moscata grattugiata, 3/4 chiodi di garofano, pepe q.b.
  • 1 cucchiaio di farina
  • sale q.b
  • OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA COLLINE DI ROMAGNA DOP – FRUTTATO MEDIO

PREPARAZIONE

Per la preparazione della pasta: sul tavolo da lavoro (o nell’impastatrice) impastare per circa 15 minuti la farina con le uova ed un pizzico di sale, sino ad ottenere un impasto liscio e piuttosto sodo. Avvolgerlo nella pellicola e lasciarlo riposare un’oretta in frigorifero.
Nel frattempo preparare il ripieno e il condimento: tritare finemente il brasato (tranne le foglie di alloro, i chiodi di garofano e qualche pezzettino di carota che serviranno a decoro del piatto), metterlo in una ciotola e aggiungere il Parmigiano Reggiano DOP grattugiato. Amalgamare bene fino ad ottenere un impasto omogeneo. Filtrare il fondo di cottura del brasato da utilizzare per condire i ravioli.
Riprendere la pasta dal frigorifero, stenderla con il matterello (o con la macchinetta) e ricavarne delle strisce. Mettere il ripieno a mucchietti distanziati sopra le strisce di sfoglia e coprire con le strisce rimanenti. Premere tutto intorno al ripieno in modo che non rimanga aria all’interno dei ravioli e tagliare con la rotella o un coppapasta, saldando bene i bordi.
Cuocere i ravioli in abbondante acqua salata, scolarli, condirli con il sugo filtrato, spolverizzare con il Parmigiano Reggiano DOP e condire con un filo di olio extra vergine di oliva Colline di Romagna DOP.

Tags:

Potrebbe piacerti anche

Nessun risultato trovato.
Liguria, il primo Protoreattore esalta la qualità della Dop
Sicolo al Coi: “Promozione, Xylella e panel test le priorità”

Author

Potresti leggere