L’intuizione con marchio registrato: l’olio di Pasqua

Idea regalo con sorpresa: semi per far nasce una pianta di olivo
Mercato alimentare in Italia
Views: 597

Merita di essere raccontata – sotto queste festività pasquali che prendono il via oggi – l’originale intuizione di una enoteca di Legnano, nell’hinterland milanese. Un’intuizione che gioca sulle parole, ma che guarda anche alla sostanza. E soprattutto così geniale che ne è anche stato registrato il marchio. Di cosa parliamo? Semplice: l’olio di Pasqua, idea regalo con sorpresa, dedicata proprio a questa ricorrenza che, commercializzata da tre anni, ha subito riscontrato grande apprezzamento da parte dei consumatori.
Protagonista è l’Enoteca Longo, da sei decenni punto di riferimento nel mondo dei vini, specializzata nelle confezioni regalo di prestigio, tanto da ricevere importanti riconoscimenti. E nell’ambito di una diversificazione nel segno della propria filosofia commerciale, ecco nascere appunto l’olio di Pasqua.
Un olio innanzitutto extravergine di alta qualità, della DOP Umbria – menzione geografica Colli Assisi – prodotto con le varietà Moraiolo, Leccino e Frantoio. E come per l’uovo di Pasqua, anche l’olio di Pasqua ha il piacere della sua sorpresa: semi da cui far nascere una piccola pianta di olivo, con tanto di istruzioni per ottenere il massimo risultato.
Una elegantissima confezione dove il packaging suggerisce la contemporaneità con la primavera e lo distingue da tutti gli altri oli. “Nasce dall’esperienza e dalle competenze accumulate negli anni – confidano dall’Enoteca Longo – da una particolare sensibilità verso il presente, dalla percezione di quanto sia importante in un periodo come questo recuperare i valori della tradizione, i simboli della propria cultura”.
Tra le tante curiosità che il mondo dell’olio extravergine di oliva ci regala ogni giorno, questa ci è sembrata stavolta la più indicata per salutare l’inizio delle celebrazioni di Pasqua.

Tags: olio di Pasqua

Potrebbe piacerti anche

Olio di oliva, le quotazioni settimanali: 7 aprile 2023
“Col metodo di potatura VSRAF oliveto più produttivo del 50%”

Author

Potresti leggere