Neri, addio a un protagonista dell’olio extravergine italiano

Enti e Associazioni
Views: 276

Il mondo dell’olio perde un’autorevole personalità. Massimo Felice Neri (nella foto) si è spento oggi all’età di 71 anni, più della metà dei quali passati alla guida dell’Ol.Ma. di Montepascoli (Gr), collegio toscano degli olivicoltori, cooperativa presa sull’orlo del baratro fino a farla diventare oggi, con circa 1200 soci, un punto di riferimento dell’extravergine nazionale. Un’attività portata avanti con grande passione, forte determinazione e spiccata professionalità, affiancandola ad una non meno intesa partecipazione nel mondo associativo. Presidente del Consorzio Agrario di Grosseto, era stato anche a capo della Coldiretti provinciale ed oggi membro del consiglio nazionale di Unaprol.
“Oggi è un giorno triste per l’agricoltura e l’olivicoltura italiana – scrivono il presidente di Unaprol, Davide Granieri e il direttore generale Nicola Di Noia –  Massimo Neri è stato un grande dirigente della Coldiretti che ha reso grande l’olio extravergine d’oliva italiano di qualità nel mondo. La sua visione, la sua passione, il suo grande impegno negli anni hanno consentito di trasformare una cooperativa in difficoltà in una delle più belle realtà dell’olivicoltura italiana, prima centrale di produzione di olio certificato Igp Toscano”.
Parole condivise dal presidente regionale di Coldiretti, Fabrizio Filippi (nella foto di copertina accanto a Massimo Felice Neri): “Per me è stato un amico ed un maestro – ha aggiunto -, per tutti è stato un grande dirigente visionario. Ci mancherà”.
Sensi di sincero cordoglio sono stati espressi anche dalla Pieralisi, l’azienda leader nella produzione di macchine olearie, partner da oltre 40 anni della cooperativa Ol.Ma. dove è presente con ben 8 linee produttive, in un progetto di crescita che Massimo Felice Neri aveva seguito passo dopo passo con grande attenzione nell’obiettivo di coniugare qualità e quantità a beneficio dei proprio associati, dei consumatori e, più in generale, dell’immagine dell’extravergine toscano e italiano nel mondo.

Tags: ,

Potrebbe piacerti anche

Olio di oliva, le quotazioni settimanali: 4 novembre 2022
La “tempesta perfetta” dell’olivicoltura pugliese

Author

Potresti leggere