Nuove stime ed export, è un doppio sorriso per la Toscana

Produzione tra il 10 e il 20% in più rispetto allo scorso anno
Economia
Views: 290

In un periodo di forte preoccupazione tra rincari energetici ed impennata dell’inflazione, dalla Toscana olivicola giungono due buone notizie a provare a rasserenare il clima. La prima: la nuova campagna olivicola si preannuncia sorprendentemente positiva, grazie alle piogge di agosto che hanno invertito le stime pessimistiche. La seconda: nei primi 6 mesi dell’anno l’export di olio extravergine toscano è cresciuto di oltre il 30% rispetto allo stesso periodo dell’anno prima, raggiungendo la ragguardevole cifra di 464 milioni di euro.
Lo hanno comunicato la sezione regionale di Coldiretti ed il Consorzio di Tutela Olio Toscano Igp, secondo i quali “se pur con differenze tra zona a zona, dalla costa all’entroterra, possiamo dire che in questo momento la prossima annata olivicola ha imboccato la direzione giusta. La Toscana è in controtendenza rispetto ad un quadro nazionale negativo”. Si prevede un aumento della produzione tra il 10 e il 20% rispetto alla scorsa annata, e dunque tra i 110 ed i 120 mila quintali di olio. Non si è ai livelli della media storica fissata tra i 150 e i 170 mila quintali, ma certamente più di quanto si poteva immaginare fino a qualche settimana fa.
In Toscana sono presenti 15 milioni di piante e circa 50 mila aziende olivicole. Per queste ultime, in particolare per quelle che esportano all’estero, il conforto anche di un mercato che premia l’extravergine come uno dei prodotti traino del “Made in Tuscany”. I 464 milioni di euro di prodotto venduto all’estero nei primi sei mesi, permette alla Toscana di piazzarsi al primo posto con quasi un terzo dell’intero valore esportato a livello nazionale tra gennaio e giugno. Un valore che dovrebbe permettere di superare ampiamente i 700 milioni di euro di export del 2021 che, non va dimenticato, rappresenta oltre il 30% dei 3 miliardi di euro dei prodotti toscani venduti fuori dai confini nazionali.

Tags: , ,

Potrebbe piacerti anche

Frantoi Cutrera, attivato l’impianto ultratecnologico
Per la prima volta la Spagna sotto al milione di tonnellate

Author

Potresti leggere