Olive da mensa, una nicchia che sta crescendo in tutto il mondo

In Italia prodotte 90 mila tonnellate e importate oltre 70 mila
Economia
Views: 677

Cresce nel nostro Paese la produzione delle olive da mensa (o da tavola che dir si voglia). Il bilancio finale della scorsa campagna, secondo quanto comunicato dal Ministero dell’Agricoltura e della Sovranità Alimentare indica una produzione di 90.903 tonnellate (contro le 72 mila secondo i dati COI-Ismea), di cui poco più di un terzo – esattamente 32.412 tonnellate destinato all’export.
È come noto, questa, una produzione di nicchia, che copre neanche 40 mila ettari rispetto al milione di ettari di oliveti presenti nel territorio nazionale, con una incidenza del 4% rispetto al 96% di olive destinate a trasformarsi in olio.

Il consumo è maggiore della produzione interna: in Italia è stato pari a 131.693 tonnellate. Ovviamente a compensare la maggiore domanda è venuta in soccorso l’importazione che nell’annata di riferimento è stata pari a 73.202 tonnellate (soprattutto da Spagna e Grecia). Il saldo tra import ed export è negativo per circa 50 milioni di euro.

La crescita italiana è in linea, anche se con percentuali minori, di quella dei paesi a maggiore produzione olivicola come Spagna, Grecia, Turchia, Algeria ed Egitto. Quest’ultimo paese ha registrato una impennata straordinaria, proiettato a diventare il primo produttore mondiale.

I dati COI-Ismea, infatti, evidenziano come la produzione media annua sia passata in Spagna dalle 249 mila tonnellate del 1990 alle 602 mila del 2022 e addirittura dalle 24 mila alle 575 mila tonnellate in Egitto. Ottime performance produttive anche in Grecia arrivata a 202 tonnellate. Parallelamente crescono anche i consumi: in trent’anni si stima che siano lievitati in tutto il mondo da 1 a 2,7 milioni di tonnellate.

Tornando alla produzione nazionale, è la Sicilia a detenere quasi la metà della produzione (il 48%), seguita da Puglia (27%) e Calabria (12%). Numericamente sulle oltre 500 varietà olivicole, una cinquantina offrono olive da tavola e 150 sono a doppia attitudine olio/mensa. Appena 5 le Dop.

Tags: in evidenza, olive da mensa

Potrebbe piacerti anche

Togliere o lasciare le foglie in frangitura: vantaggi e svantaggi
Eccoci a settembre, come preparare al meglio il frantoio

Author

Potresti leggere