Registro telematico olio, accesso con identità digitale

Dal 24 maggio si potrà entrare con Spid, Cie e Cns
Economia
Views: 360

Aifo, Associazione Italiana Frantoiani Oleari, ricorda che il Decreto legge 76/2000 ha previsto  l’obbligo per tutti gli Enti pubblici e la Pubblica Amministrazione di dismettere i propri sistemi di identificazione online e adottare esclusivamente l’identità digitale per consentire ai cittadini di accedere ai servizi digitali. In ottemperanza a tale obbligo sono stati adeguati i sistemi di accesso al registro telematico dell’olio per permettere il riconoscimento tramite Spid, Cie (la Carta di identità elettronica) e Cns (Carta Nazionale dei Servizi).
Pertanto a partire dal 24 maggio 2022 sarà possibile accedere al registro telematico anche con l’identità digitale Spid o Cns. L’attuale procedura di riconoscimento tramite codice fiscale/PIN sarà mantenuta fino al 31 dicembre 2022 ma non sarà più possibile iscriversi secondo le attuali modalità (PIN) oppure effettuare il recupero del PIN dimenticato o smarrito.
Il primo accesso al registro telematico tramite Spid, Cie o Cns sarà consentito al rappresentante legale dell’azienda iscritta al SIAN. Lo stesso potrà poi delegare soggetti terzi alla compilazione del registro tramite una specifica funzione di delega disponibile in area riservata (gestione delegati). Permane invariata la modalità di delega della tenuta del registro ad un Centro di Assistenza Agricola.

Tags: ,

Potrebbe piacerti anche

Olivi storici, il primo corso di formazione e manutenzione
Brisighella, il segreto della Dop che viaggia a 30 euro al litro

Author

Potresti leggere