Bufala Fest esalta l’extravergine grazie ad Italia Olivicola

Successo per la kermesse napoletana, protagonista l'olio di qualità
Italia Olivicola Informa
Views: 393

Si è conclusa ieri a Napoli, in Piazza Municipio, la settima edizione di “Bufala Fest – non solo mozzarella”, la kermesse enogastronomica dedicata alla promozione e valorizzazione della filiera bufalina, accompagnata e sostenuta per il secondo anno consecutivo da Italia Olivicola, la prima organizzazione della produzione olivicola italiana.

L’olio, alimento principe della dieta mediterranea, è stato assoluto protagonista del villaggio di Bufala Fest, nel corso di tutta la manifestazione, che si è svolta dal 7 all’11 settembre. Infatti, tutti i piatti preparati e presentati in ognuna delle aree degustazione di Bufala Fest – Arena del Gusto, Giardino delle Idee, Terrazza del Gusto e Villaggio del Gusto – sono stati impreziositi e resi ancora più gustosi dall’utilizzo di una raccolta di extravergini di qualità, attentamente selezionati da Italia Olivicola e tutti tracciati e certificati, provenienti da ogni parte d’Italia.

Inoltre, durante il talk sul tema “ESG, un vantaggio competitivo per le aziende della filiera agroalimentare” ospitato nell’area “Il Giardino delle Idee”, in Piazza Municipio, il Coordinatore di Italia Olivicola Giuliano Martino (nella foto durante il suo intervento) ha condiviso con una folta, qualificata e attenta platea l’importanza di puntare su prodotti di qualità, tracciati e sostenibili in grado di raccontare la biodiversità del nostro Paese, le identità dei territori e di portare benefici alla salute dell’organismo.

“La nostra presenza a Bufala Fest – ha affermato Gennaro Sicolo, Presidente di Italia Olivicola – ci ha permesso di aprire e rafforzare il nostro dialogo con il mondo dell’Ho.Re.Ca. Nel corso delle ultime due edizioni, abbiamo fatto comprendere l’importanza di avere sulla tavola di tutti i ristoranti una carta degli oli, come già accade per i vini, e addirittura per l’acqua. I consumatori devono poter accedere a tutta una serie di informazioni corrette, devono saper riconoscere la qualità e gli sforzi produttivi, ricondurre l’olio alle zone di produzione e corrispondere il giusto prezzo che una bottiglia di olio merita”.

La settima edizione di Bufala Fest – non solo mozzarella è stata organizzata dalla Diciassette Eventi in collaborazione con il Consorzio di Tutela della Mozzarella di Bufala Campana DOP e CIA – Agricoltori Italiani della Campania, con il patrocinio del Senato della Repubblica, della Regione Campania, del Comune e della Città Metropolitana di Napoli; del Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca – Feamp; dell’Università degli Studi “Federico II” di Napoli; dell’Università degli Studi di Salerno con il Dipartimento di Farmacia e con l’Osservatorio sui Parchi e sulle Aree Protette del Mezzogiorno

Tags: Bufala Fest, Gennaro Sicolo, Giuliano Martino, Italia Olivicola

Potrebbe piacerti anche

Anticipare la molitura delle olive? Sì, ma a certe condizioni
Le piogge ridanno vigore e fiducia all’olivicoltura spagnola

Author

Potresti leggere