Sirena d’Oro, domani la cerimonia di premiazione

L'elenco delle aziende che hanno ottenuto il riconoscimento
Italia Olivicola Informa
Views: 348

Domani, sabato 15 aprile, alle ore 10.30, presso la sala Carlo Di Leva del Circolo dei Forestieri, in via Luigi De Maio, a Sorrento, si terrà la cerimonia di premiazione dell’edizione 2023 del Premio Sirena d’Oro, dedicato agli oli extravergine d’oliva italiani a marchio Dop e Igp, organizzato dal Comune di Sorrento e dall’associazione Italia Olivicola.
Ad aprire la mattinata, dopo i saluti del sindaco di Sorrento, Massimo Coppola, del presidente dell’Associazione Italia Olivicola, Gennaro Sicolo e del direttore della Filiera Olivicola Italiana, Giuliano Martino, sarà la tavola rotonda dal titolo “Alla scoperta dei migliori oli DOP ed IGP: Qualità, Salute e Territorio”, alla quale prenderanno parte il presidente della giuria del premio, Raffale Sacchi, il presidente di Igp Campania, Raffaele Amore, il presidente della Dop Monti Iblei, Giuseppe Arezzo e il presidente della Dop Aprutino Pescarese, Sitano Ferri. Le conclusioni sono affidate all’assessore all’Agricoltura della Regione Campania, Nicola Caputo e a Marco Cerreto, componente della Commissione Agricoltura della Camera dei Deputati, moderati dal segretario del Premio Sirena d’Oro di Sorrento, Luigi Milano. A coordinare la cerimonia di premiazione sarà Giovanni Pipolo, capo panel della giuria, che quest’anno ha premiato le aziende Quattrociocchi (Igp Roma), Frantoio Mercurius (Dop Aprutino Pescarese) e Frantoio Franci (Igp Toscano), rispettivamente nelle categorie intensi, medi e leggeri.
Altri riconoscimenti sono andati, per la categoria fruttato leggero, all’azienda agricola Poppo Dop (Sirena d’Argento – Dop Laghi Lombardi), La Torretta (Sirena di Bronzo – Dop Colline Salernitane), Tenuta Chiaramonte (Gran Menzione – IGP Sicilia), Frantoio San Comaio (Gran Menzione – Dop Irpinia Colline dell’Ufita).
Per la categoria fruttato medio si sono distinti Podere Grassi (Sirena d’Argento – DOP Chianti Classico), Accademia Olearia (Sirena di Bronzo – Sardegna), Bacci Noemio (Gran Menzione – DOP UMBRIA – Colli Martani) e Casa di Grazia (Gran Menzione – IGP Sicilia). Ancora, per la categoria fruttato intenso, la giuria ha premiato l’azienda Codmo di Russo (Sirena d’Argento – Dop Colline Pontine), Frantoi Cutrera (Sirena di Bronzo – Dop Monti Iblei), Ciccolella (Gran Menzione – DOP Terra di Bari – Bitonto), Accademia Olearia (Gran Menzione – DOP Sardegna).
Per la categoria Dop/Igp Bio, infine, all’Accademia Olearia (Sirena d’Argento – Dop Sardegna Bio), Az. Buono Podere Ricavo (Sirena di Bronzo – Dop Terre di Siena Bio), Masseria Coste Di Cuma (Gran Menzione – Dop Terre Aurunche Bio), Costantino Mariangela (Gran Menzione – Dop Lametia Bio) e Eugenia Gino (Gran Menzione – IGP Sicilia Bio).
Inoltre, per offrire l’opportunità al pubblico di conoscere a fondo segreti e virtù dell’olio evo, gli organizzatori hanno promosso una serie di corsi di assaggio di olio extravergine di oliva di primo livello. Il calendario degli eventi prevede lezioni dal 18 al 28 aprile, presso la sala Carlo Di Leva dell’ex Azienda di Soggiorno di Sorrento. Olivicoltura, legislazione, metodologia di assaggio, chimica degli oli attraverso gusto ed olfatto, disciplinari delle produzioni Dop e Igp e abbinamento cibo olio, tra le materie oggetto del corso.

 

Tags: Italia Olivicola, Sirena d'OroAirena, Sorrento

Potrebbe piacerti anche

Il riempimento in assenza d’ossigeno: soluzione giusta?
Olio di oliva, le quotazioni settimanali: 14 marzo 2023

Author

Potresti leggere