Il “pegno rotativo” anche per l’olivicoltura

Economia
Views: 347

Anche il comparto olivicolo-oleario nazionale potrà beneficiare del ‘Pegno Rotativo’.  È stato, infatti, implementato anche per l’olio extravergine d’oliva Dop e Igp il portale informatico del Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali dove sarà possibile registrare telematicamente le operazioni.

Nel darne notizia, Giuseppe L’Abbate, già sottosegretario al Mipaaf, ricorda che questo strumento di accesso al credito “è già attivo per il comparto vitivinicolo e ha permesso di immettere, in pochi mesi dalla sua attivazione, oltre 30 milioni di euro di liquidità nelle imprese agricole con un costo pari a zero per le casse dello Stato”.
“Il Pegno rotativo – ha aggiunto – è stato introdotto con il Dl Cura Italia. Si tratta di uno strumento tecnico gradito dalle banche in quanto si può ritenere il credito garantito ai fini delle regole di Basilea e, quindi, possono essere accordate delle condizioni migliori. Un’opportunità importante e concreta per poter dare liquidità alle imprese olivicole-olearie, soprattutto in questo periodo in cui si registra un forte aumento dei costi che devono sopportare”.

Tags: ,

Potrebbe piacerti anche

Design e packaging del mondo dell’olio in concorso
Australia, crescono produzione e consumi

Author

Potresti leggere