Peperoni…scrigni di bucatini alla mediterranea con monovarietale Itrana

Le ricette di Roberta
Views: 512

Per quest’ultima domenica di luglio “La cucina di Roberta all’extravergine” ci propone un’altra originale ricetta, dove semplici saporiti ingredienti trovano perfetta sintesi in un gustoso primo piatto, impreziosito come sempre da un olio di qualità. Stavolta il prescelto è il monovarietale tipico del Lazio, con un fruttato intenso che contribuisce a rendere ancora più buoni questi Peperoni che… diventano veri e propri preziosi Scrigni di bucatini alla mediterranea.

 

Difficoltà: media
Preparazione: 30 min
Cottura: 60 min
Dosi per: 3 persone
Costo: medio/basso

INGREDIENTI

  • 3 peperoni (giallo, verde,rosso)
  • 250 g pasta bucatini
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 peperoncino fresco piccante
  • 400 g salsa di pomodori
  • 60 g capperi di Pantelleria IGP sotto sale
  • 120 g olive cultivar Itrana
  • 40 g filetti di acciughe
  • q.b. origano naturale
  • q.b. sale fino, grosso
  • olio extravergine di oliva monovarietale Itrana – Fruttato intenso

PREPARAZIONE

Mettere a cuocere i bucatini in acqua bollente e salata. In una padella antiaderente versare un giro di olio evo, ammorbidire uno spicchio di aglio in camicia (poi andrà tolto), aggiungere 1 peperoncino piccante tagliato a pezzettini (ripulito da semi e filamenti), la salsa di pomodoro, i capperi, le olive e i filetti di acciughe tagliuzzate. Spegnere la fiamma e aggiungere l’origano sbriciolato e l’olio evo monovarietale Itrana a crudo.

Scolare i bucatini, buttarli nell’intingolo e mescolare per bene. Con l’aiuto di un mestolo arrotolare la pasta con una pinza e inserirla nei peperoni (ai quali precedentemente sono stati tagliati le calotte, ripuliti internamente da filamenti e semi, lavati e fatti asciugare).

Completare gli “scrigni” con ancora un po’ di sugo, coprire il peperone con la propria calotta e, una volta posizionati su una pirofila, ricoprirli con un foglio di alluminio e infornare a 180°C, modalità ventilato, per 20 minuti; trascorso il tempo, togliere il foglio di alluminio, salare, insaporire ancora con l’olio evo e cuocere per altri 15 minuti.

Sfornare , versare in ogni scrigno un altro generoso filo di olio evo monovarietale Itrana a crudo e servire.

 

Tags: la cucina di roberta

Potrebbe piacerti anche

Da Apo Catania la richiesta: “Un piano olivicolo per la Sicilia”
L’indurimento del nocciolo e la fertilizzazione conseguente

Author

Potresti leggere