E’ possibile non alterare le caratteristiche organolettiche dell’olio?

Le Aziende informano
Views: 91

Riuscirà il consumatore a percepire tutte quelle sfumature che sente quando lo assaggia per la prima volta? E le riconoscerà quando a casa preparerà la sua bruschetta con l’olio nuovo?
Il riempimento in assenza di ossigeno permette di evitare quanto più possibile l’ingresso dell’aria nella bottiglia: in questo modo si evitano le alterazioni organolettiche, perché l’aria, si sa, contiene ossigeno e l’ossigeno tende ad ossidare il prodotto, alterandone il gusto.
Per questo è bene sempre scegliere un imbottigliamento automatico con riempimento in assenza di ossigeno.
Quinti, forte di una tradizione imprenditoriale nata oltre 180 anni fa e di uno staff giovane, competente e affiatato, sa fornirti i migliori consigli.
Scopri di più

Tags:

Potrebbe piacerti anche

Vola la vendita all’estero dell’extravergine della Puglia
L’olivicoltura del Nord Est resiste alla siccità

Author

Potresti leggere