Freschezza di Venere, con monovarietale Casaliva

Le ricette di Roberta
Views: 452

Un’altra delizia per il palato con “La cucina di Roberta all’extravergine”. Per questa prima domenica di agosto la proposta è Freschezza di Venere, un nome che è già tutto un programma, dove alla qualità dei prodotti e all’abilità nei fornelli, la nostra Roberta dà preziosi suggerimenti anche per il miglior impiattamento. Il tutto impreziosito da un monovarietale tipico del lago di Garda, la Casaliva nella sua versione fruttato medio

Difficoltà: media
Preparazione: 20 min + 20 minuti per le sarde in saor
Cottura: 40 min per il riso Venere + 25 min cottura sarde sulla brace/forno
Dosi per: 4 persone
Costo: medio/basso

INGREDIENTI

  • 320 g riso Venere
  • 1 (c.ca 250 g) mozzarella di latte di bufala
  • 250 g sarde in saor con 500 g cipolla bianca, 50 ml aceto di vino bianco, ½ cucchiaio di zucchero, 25 g pinoli e 25 g uvetta
  • fagiolini
  • pomodori datterino rosso
  • pomodori datterino giallo
  • 8/10 foglie di basilico
  • q.b. sale fino e grosso
  • fiori eduli a decoro del piatto
  • olio extravergine di oliva monovarietale Casaliva – Fruttato medio

PREPARAZIONE

Il giorno precedente la preparazione del riso, preparare la marinatura delle sarde (del saor – del sapore) quindi delle cipolle tagliate sottili e lasciate appassire in una padella con dell’olio evo, poi aggiungere l’aceto, l’uvetta, i pinoli e un po’ di zucchero. Mentre le cipolle cuociono, pulire e cuocere le sarde sulla brace o in forno, poi, una volta sfilettate, aggiungervi “il saor”. In una pirofila disporre un primo strato di cipolle in saor, poi uno di sarde, poi ancora cipolle e ancora sarde sino a terminare gli ingredienti. Lasciare riposare e insaporire una notte.

L’indomani cuocere il riso Venere in acqua salata. Tagliare a fette la mozzarella e a pezzetti i pomodorini rossi e gialli e i fagiolini (precedentemente sbollentati in acqua salata).

Creare l’emulsione di basilico: bollire l’acqua in una pentola, tuffarvi le foglie di basilico per un minuto. Prelevarle con una schiumarola e passarle in acqua ghiacciata (raffreddata con ghiaccioli); scolare e strizzare; frullate il basilico con olio e un pizzico di sale.

Impiattamento
Al centro del piatto posizionare un coppapasta, inserirvi due cucchiai di riso Venere, sopra le fette di mozzarella e di nuovo ancora 2/3 cucchiai di riso. Adagiarvi due fagiolini interi, le sarde in saor e qualche fiore edule.

Lungo metà circonferenza del piatto, disporvi l’emulsione di basilico, sopra le verdurine tagliate e qualche fiore edule.

Servire dopo aver impreziosito il piatto con un buon olio extravergine di oliva monovarietale Casaliva a crudo.

Tags: la cucina di roberta

Potrebbe piacerti anche

Impennata dei prezzi, la Turchia blocca l’export di olio di oliva
La “soglia di intervento”: cos’è, come si determina, come agire

Author

Potresti leggere