Orecchiette con cime di rapa e olio monovarietale Coratina

Le ricette di Roberta
Views: 582

È sicuramente uno dei piatti più tipici della gastronomia pugliese quello che ci propone oggi “La cucina di Roberta all’extravergine” che ogni domenica ci stuzzica l’appetito con una ricetta a cui abbina di volta in volta l’olio più appropriato. E stavolta, visto che parliamo delle celebri Orecchiette con cime di rapa, l’extravergine di riferimento non può che essere l’eccellenza varietale della Puglia, vale a dire la Coratina, con quel suo fruttato medio/intenso che la rende subito perfettamente caratterizzante. Ecco come Roberta Ruggeri suggerisce di prepararle.

Difficoltà: facile
Preparazione: 20 min
Cottura: 20 min
Dosi per: 4 persone
Costo: basso

Ingredienti:

  • 300 g di orecchiette
  • 1 kg di cime di rapa
  • 4 filetti di acciughe
  • Olio evo monovarietale Coratina
  • Peperoncino
  • Aglio
  • Sale
  • E ancora olio extravergine monovaritale Coratina – Fruttato medio/intenso

PREPARAZIONE
Pulire le cime di rapa (selezionando le foglie migliori ed eliminando le parti dure); foglie e cimette devono essere tagliate a pezzi e tuffate in una pentola ampia (che possa contenere sia le cime di rapa che le orecchiette) in acqua precedentemente salata e portata a bollore.
Inizialmente versare le foglie e la parte più tenera dei gambi (le cimette si cuociono in meno tempo). Quando l’acqua riprende bollore , a 3-5 minuti dalla cottura della verdura, versare anche le orecchiette (devono cuocere insieme affinché la pasta prenda il sapore del condimento) che cuoceranno in 8-10 minuti.
 Nel frattempo, in una padella preparare il soffritto con olio evo, l’aglio e i filetti di acciughe, cuocere fino a far sciogliere queste ultime, aggiungere il peperoncino.
Scolare pasta e cime e trasferirle nella padella, saltare un paio di minuti per insaporire e a fuoco spento aggiungere un generoso filo di olio extra vergine di oliva monovarietale Coratina.

 

 

Tags: la cucina di roberta

Potrebbe piacerti anche

Lo stato di salute dei frantoi? Ecco i numeri su cui riflettere
Le buone regole di una corretta potatura su olivi di produzione

Author

Potresti leggere