Spaghetti, pomodorini, panura tostata e bottarga di muggine

Le ricette di Roberta
Views: 593

La Nera di Oliena è una cultivar di olivo presente in Sardegna, che deriva il suo nome dal piccolo Comune di Oliena in provincia di Nuoro, nel cui territorio è presente la maggiore concentrazione di questa varietà. Questo è il monovarietale prescelto per impreziosire e personalizzare la ricetta che “La cucina di Roberta all’extravergine” ci propone per questa ultima domenica di agosto con spaghetti, pomodorini, panura tostata e bottarga di muggine

Difficoltà: facile
Preparazione: 10 min
Cottura: 15 min
Dosi per: 2 persone
Costo: basso

INGREDIENTI

  • 200 g spaghetti
  • 10 pomodorini maturi
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 scalogno
  • 40 g bottarga
  • 20 g pangrattato
  • basilico fresco
  • sale fino e grosso
  • olio extravergine di oliva monovarietale Nera di Oliena – Fruttato Medio

PREPARAZIONE

In un padellino antiaderente versare un cucchiaio di olio extravergine di oliva. Quando caldo aggiungere il pan grattato. Scuotere energicamente il padellino per rendere ben uniforme sul fondo il pangrattato e fare cuocere a fuoco medio per circa due minuti. Con un cucchiaio di legno smuovere il pangrattato, poi appiattirlo bene sul fondo e lasciarlo tostare qualche secondo fino al raggiungimento di un colore dorato. Fare attenzione perché questo è il momento più a rischio bruciatura!

In una padella far soffriggere lo scalogno con l’aglio in abbondante olio extravergine di oliva, quindi aggiungere i pomodorini tagliati a metà, salare e cuocere 5 minuti. 

Nel frattempo mettere l’acqua della pasta a bollire. Una volta buttati gli spaghetti, prelevare dalla pentola un mestolo di acqua di cottura. 

Gli spaghetti vanno scolati al dente per poi ultimare la cottura, a fuoco vivace, nella pentola con i pomodorini, dove andremo ad aggiungere il mestolo d’acqua di cottura della pasta precedentemente prelevata, la panura, la bottarga e del basilico fresco. Mescolare bene e servire subito con un abbondante giro di olio evo monovarietale Nera di Oliena.

Tags: la cucina di roberta

Potrebbe piacerti anche

Calabria, nasce l’associazione dei produttori della Pennulara
Ecco come si formano i grassi all’interno delle olive

Author

Potresti leggere